Domani il match salvezza contro Palermo: "Pierangeli, una gara da vincere con il cuore"

Domani il match salvezza contro Palermo: "Pierangeli, una gara da vincere con il cuore"

Torna sul terreno amico di via della Pace la Special Days Virtus Valmontone per l’ennesima partita della vita in questo finale di regular season: la sfida salvezza contro Palermo.
Le squadre sono appaiate in classifica a 16 punti e nelle ultime cinque gare entrambe hanno un ruolino di marcia identico con 2 vinte e 3 perse. Tutte e due le squadre domani devono vincere se vogliono ancora coltivare il sogno di una salvezza diretta, senza passare dai play out: un sogno difficile ma, conti alla mano, ancora possibile.

All’andata si impose, a sorpresa la Virtus che ha intenzione di ripetersi domani, anche per proseguire il percorso di crescita iniziato con il rientro dei tanti infortunati cronici.

«E’ un’altra finale – dice Matteo Pierangeli presentando il match – A cinque gare dalla fine, la matematica di dice che è ancora possibile salvarci direttamente senza passare dai play out e noi dobbiamo provare a vincerle tutte per coltivare questa ambizione. Incontriamo Palermo nel peggior momento nel senso che loro stanno attraversando davvero un bel momento. Arrivano da una grande partita disputata contro la LUISS e persa all’ultimo ed hanno vinto con Napoli. Noi li aspettiamo con l’elmetto in testa e con un ambiente carico e caldo: ci siamo allenati forte e dobbiamo andare avanti con le nostre idee. Queste partite, più che tatticamente, si vincono con la rabbia e la cattiveria, con il cuore e la fiducia nei compagni. Sono partite fisiche e ci faremo trovare pronti».

All’andata la Virtus sbancò il parquet palermitano. «Quella vittoria ci ha cambiato soprattutto il morale perché venivano da tante sconfitte consecutive. Quella è stata la scintilla che ci ha dato una marcia in più. Certo, in stagione avremmo potuto fare molto meglio. Se avessimo fatto l’andata come il ritorno ora saremmo salvi o comunque molto vicini all’obiettivo. A partire dalla gara di andata con Palermo, con il nuovo coach, abbiamo cambiato modo di giocare e atteggiamento. Ci sono stati ancora dei passi falsi, vero, ma tutte le gare, anche quelle perse, le abbiamo giocato fino alla fine».

Riguardo la sua situazione fisica Pierangeli si dice pronto per domani. «La prima parte della stagione sono stato bene, poi sono stato fermo un mese per un problema al tendine di Achille seguito da un problema alla schiena. Contrattempi che mi hanno fatto perdere un po’ di tempo. Ora mi sento meglio e sono pronto per affrontare le ultime cinque partite con il coltello in mezzo ai denti».

Domani su chi punteresti? «E’ carico e si allenato molto. Io lo vedo davvero bene. Il mio uomo del match è Daniele Grilli».