Per la Virtus domani il test contro la blasonata Viola. Parla Bisconti: "per noi è vita o morte"

Per la Virtus domani il test contro la blasonata Viola. Parla Bisconti: "per noi è vita o morte"

«Dopo Caserta, domani affrontiamo un altro avversario di blasone, ma ormai per noi si tratta di vita o morte. Vogliamo provare a vincere tutte le gare che mancano da qui alla fine della stagione, che si giochi con l’ultima o la prima in classifica. Domani prevedo una partita tosta dove per vincere dovremo obbligatoriamente soffrire». Tocca allo storico leader della Special Days Virtus Valmontone Luca Bisconti presentare la sfida di domani contro la Viola Reggio Calabria.

Dopo la bella e sfortunata prova di domenica scorsa a Caserta, per i casilini di coach Mattioli una gara dalle mille motivazioni per tornare a percorrere la strada della salvezza.

Ormai da oltre un mese, dopo la gara casalinga con Matera, la Virtus sembra aver cambiato marcia sia sotto il profilo delle motivazioni che del gioco. «Dopo Matera – dice Bisconti - abbiamo potuto contare sul rientro di due infortunati di lungo corso come Pierangeli e Grilli che pian piano stanno tornando in forma. Ma abbiamo soprattutto capito che era l’atteggiamento che doveva cambiare. E’ cambiato anche il modo di allenarsi in settimana ed i risultati si vedono, ma la strada è sempre lunga e la testa deve restare sempre bassa. Certamente al buon momento hanno contribuito anche i giovani che abbiamo in squadra. A loro si può chiedere atteggiamento giusto, voglia e concentrazione. Una volta accettato questo, gli è anche consentito di sbagliare qualcosa per crescere, ma stanno dando tanto. Ugolini su tutti sta portando avanti la baracca in un ruolo delicato come il suo, sopperendo alla lunga assenza di Sabbatino»

«Il nostro obiettivo - conclude Bisconti - è la salvezza, da centrare il prima possibile. Ma non sarà una passeggiata. Da qui alla fine ogni squadra lotterà per il proprio obiettivo di stagione e noi dobbiamo contare soprattutto su noi stessi».